Post

Non ancora abbastanza.

Immagine
Solita nottataccia in PS.
100 - 120 pazienti dentro. Una ventina ancora in attesa. Io ne seguo più o meno 30.
La cosa peggiore, è che sono appena le 10 di sera, e la fine del turno all'orizzonte è come il profilo di una terra remota per un naufrago che sa a malapena tenersi a galla.
«Dottore» una ragazza mi si presenta davanti, preoccupatissima. «Mia madre non respira bene».
"Cazzo". Penso, col virgolettato.
In questi casi, bisogna velocemente decidere se correre dal paziente non sapendo niente di chi sia, cosa abbia e perché sia in ospedale, oppure sbrigarsi a leggere qualcosa sulle consegne mentre quello - magari - con il fatto che non respira bene sta tranquillamente crepando. Decido per la seconda opzione
«Come si chiama sua madre?» chiedo.
La ragazza mi dice il nome... che non sto qui a riportare. Facciamo che si chiamava "Rosa". Io scorro rapidamente la lista dei pazienti, e leggo:
"Tumore recidivante plurimetastatico. Paziente in coma. Familiari i…

Cercare informazioni mediche su Internet.

Immagine
Vi è mai capitato di incappare in discussioni su argomenti di medicina online?

Certo che vi è capitato: magari si parla di vaccini, l'argomento caldo di questi giorni. O magari si discute di tumori, di omeopatia, di alimentazione e tutte queste cose dove la gente si accalora e litiga e dove spesso la discussione si conclude con un qualcosa di molto simile a una gara di insulti.

E tutto questo preambolo non è per appoggiare o denigrare qualcuno in particolare parte (in qualità di ingegnere d'urgenza, non trovo sempre facile inseririmi in una data categoria). Tutta 'sta storia è per dirvi la grande, enorme, e sconvolgente verità che finora vi era stata celata: che cioè, i dottori - pure loro - studiano si formano e si aggiornano ANCHE attraverso siti internet e materiale trovato online.

Internet è una fonte di informazioni immensa, oserei dire quasi infinita se pensiamo alla quantità di dati che si possono trovare rapportata al tempo materiale che può avere un singolo esser…

L'ecografia in pronto soccorso.

Immagine
L'ecografia in pronto soccorso è un'arma a doppio - ma forse triplo e anche quadruplo - taglio.

Da quella che è la mia seppur limitata esperienza, all'interno del pronto soccorso di un ospedale di grosse dimensioni nessuno si aspetta più di tanto che il medico che accoglie i pazienti (urgentista, internista, chirurgo, gastroenterologo... difficile dare una definizione univoca) prenda in mano l'ecografo e svolga - o provi a svolgere - l'esame da solo.

Il fatto è che il carico di lavoro, il numero di pazienti e la quantità di cose da fare è così grande che è difficile anche solo pensare di fermarsi per quei 5-10 minuti di "ecoscopia" - così in molti chiamano l'ecografia di massima fatta in urgenza - da aggiungere all'esame obiettivo di chi stiamo valutando.

È più uno strumento che sta lì, l'ecografo, con l'idea che forse servirà a un eventuale consulente che scende in Pronto Soccorso a fare una visita, piuttosto che al medico di pronto socc…

Ingegneria d'urgenza: un ingegnere in pronto soccorso.

Immagine
Il titolo del blog - volendo - potrebbe essere inteso in maniera sbagliata, e verrebbe forse da fare qualche gesto scaramantico.

L'impostazione delle finestre e dei vari "gadget" della pagina è un disastro, ma mi ero stufato di litigarci e per il momento rimangono così.

L'immagine in alto è bruttissima, ma non sapete per quanto tempo ho vagato tra siti di stock photo, editor grafici e quant'altro, per poi arrendermi e dire "intanto usiamo questa".

Insomma è tutto un bel po' sul "work in progress", ma a forza di stare a rimetterci le mani il blog diventata sempre più brutto e finiva per non partire mai.

E allora intanto cominciamo, che poi ritocchi e accorgimenti arriveranno in seguito: un nuovo blog. Il quarto - credo - da quando ho iniziato a scrivere online.

Un altro blog, ma per parlare di cosa? Di medicina. In particolare quella di pronto soccorso e d'emergenza - urgenza, che è il mio settore, ma non escludo a priori di spaziare a…